Obiettivo150 – Taranto

Nella città di Taranto tutto era coperto di polvere rossa: la strada, i palazzi, i balconi, i vestiti, le tombe, i fiori appassiti, i polmoni. In questa città dal porto con le sue navi dimenticate, con le stive ancora piene, si vede il golfo bifronte. Da un lato il lungomare che vuole ricordare un antico fasto e dall’altro la città vecchia sventrata dalle vie e dal mare. Se ti sposti verso la fabbrica i primi fuochi sono quelli delle ciminiere che bruciano e spandono la ruggine. La ruggine è nell’aria, la respiri, si ingoia come cibo avariato. Rimane nel fondo dell’anima, prende posto tra un piatto di fagioli e cavatelli e cozze e una bottiglia di birra Raffo ghiacciata. Non basta vedere le colonne superstiti del tempio al dio greco per togliere la sensazione che tutto ciò che è negli occhi di chi guarda questa città finirà corroso dal tempo.

PVG

Per chi volesse inviare il proprio “Obiettivo150” e imbarcarsi in questo viaggio attraverso l’Italia può farlo scrivendoci a info@molecolalegambiente.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...