Obiettivo150 – Metro mon amour (Torino)

Sono sulla metro di Torino. Sarà che è stata inaugurata qualche anno fa, ma mi sento come in una città senza odori. Ognuno sa dove andare, da un posto ad un altro, senza avere il tempo di riflettere. Un pensiero condensato sui vetri di questo convoglio senza conducente. Cerco di cogliere degli sguardi, immaginare cosa si apprestano a fare queste persone che mi circondano. Quella ragazza legge un libro, vorrei capire dal colore delle pagine un frammento di emozioni: arriviamo a Marconi, immediatamente scende, interrompendo d’improvviso la lettura finita stropicciata nella borsa. Esco e provo un senso di disagio, vorrei rimanere, come quel film argentino, intrappolato nell’infinito nastro dei pensieri per non far loro respirare più la superficie. Discendo la scala mobile e faccio un altro giro di giostra, è giorno, è notte, pioggia o forse nuvole, poco importa: mi sento protetto da queste pareti metalliche che mi ricordano l’assoluto.

PG

Per chi volesse inviare il proprio “Obiettivo150” e imbarcarsi in questo viaggio attraverso l’Italia può farlo scrivendoci a info@molecolalegambiente.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...