Obiettivo150 – Falconara (AN)

Dal finestrino vedo la raffineria che mi ricorda la mia città. È una breve visione, di tubi, di fiamme, di odore di carburante. Non si vedono mai operai, sembra che la fabbrica si muova in autonomia, un motore immobile di scarti. L’unico segno è la bici arrugginita, il camion dei vigili del fuoco che si corrode col sale del mare portato dal vento. Quando realizzo cosa i miei occhi vedono è tutto passato, il treno rotola via nella sua corsa verso altri luoghi. Il ricordo è ancora per un breve tratto presente, brucia l’espressione del paesaggio. Alcune volte quando passo dalla raffineria, per salire o per scendere poco importa, è notte: le luci sono il segno che tale visione deve rimanere vivida in coloro che passano. Auto-evidenza di ciò che non costituisce che la periferia della città. Ma il circondario diviene unico segno di una realtà che si svolge altrove.

PG

Per chi volesse inviare il proprio “Obiettivo150” e imbarcarsi in questo viaggio attraverso l’Italia può farlo scrivendoci a info@molecolalegambiente.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...